LOADING...

RINNOVAWEB'S BLOG

07
Aug

Un’immagine vale più di mille parole…

still-life-studio-chilesotti-vicenza

Quante volte abbiamo sentito questa frase, nei libri e ai corsi di Web Design!  In effetti, le fotografie nei siti web rappresentano una forma di comunicazione espressiva e di persuasione molto efficace. Pensiamo come esempio al sito Apple, dove l’immagine è presente ovunque per rappresentare al meglio i prodotti dell’azienda. In questo periodo di vacanze siamo spinti a prendere la nostra compatta o la nostra reflex e a scattare anche l’impossibile, cercando di racchiudere in uno scatto un luogo, una situazione, che poi rimmarranno impressi per sempre nella nostra memoria. Realizzate quindi fotografie di cui avete previsto la struttura, adeguato la luminosità, anticipato l’interesse visivo che suscitano.

Armonia e gusto estetico:

io sono un dilettante della fotografia, ma nel mio piccolo ricerco sempre l’armonia e l’estetica nei vari scatti che devo realizzare, magari uno scatto in meno ma buono.

Tenere gli occhi aperti:

che cosa utilizza il fotografo per cogliere un po’ della realtà che lo circonda? Di certo non la macchina fotografica. Ma i suoi occhi! Lo sguardo è la pietra miliare della nostra pratica fotografica. Purtroppo, siamo spesso troppo occupati a gestire le regolazioni della fotocamera per guardarci davvero intorno, catturare e condividere ciò che vediamo.

Essere fotografo professionista o dilettante alle prime armi vuol dire affinare il proprio modo di fotografare riprendendo prima di tutto la scena con i propri occhi… il resto sono solo meccanismi!

fotografia-web

Certo lo strumento bisogna conoscerlo ma è solo uno strumento, come la matita nelle mani del disegnatore.

La fotografia a portata di mano:

non occorre trovarsi all’altro capo del mondo o vivere un’avventura straordinaria per realizzare foto meravigliose, almeno è quello che penso e  che cerco nei miei scatti. Quante volte vi siete annoiati davanti  alla proiezione di centinaia di diapositive scattate durante le vacanze in luoghi esotici o fuori dal comune? Molte volte vediamo la stessa foto in angolazioni e riprese diverse fino alla nausea. E’ evidente che non è il soggetto che produce delle belle immagini. Io quando devo fotografare un particolare o una scena cerco di staccarmi un secondo e di rivedere lo stesso particolare sotto angolazioni diverse, oppure abbandono l’immagine per un istante per ritornare ad osservarla dopo qualche secondo.

Un pratico consiglio:

scegliete soggetti semplici o insignificanti e valutate come ottenere una buona fotografia sottolineandone la struttura, i dettagli, le forme, i colori. Trovo questo approccio molto formativo e mi permette di affrontare con serenità i miei scatti.

Risorse utili per migliorare o approfondire il mondo della fotografia nel Web e non solo:

1)Corso di fotografia professionale per il Web presso “Progetto Alta Formazione” di Vicenza”. Il corso è tenuto dallo Studio Chilesotti di Vicenza partner di RinnovaWeb, che vanta trent’anni di esperienza nella comunicazione Web.

Album_fotografico_studio_chilesotti_vicenza

Libri di fotografia:

2)L’occhio del fotografo è il libro che devi comprare se vuoi un testo sulla composizione fotografica. Si tratta di una guida completa su come usare e sviluppare il tuo occhio fotografico. Scritto da Michael Freeman. Sempre dello stesso autore La mente del fotografo un libro sulla composizione,  per fotografi non alle prime armi.

3) Altro libro molto interessante è Le storie dietro le fotografie di Steve McCurry racconti delle più importanti esperienze di uno dei fotografi di viaggio più famosi di sempre.  e dello stesso autore segnalo Portraits che raccoglie 255 ritratti emozionanti e istruttivi come il celebre ritratto della ragazza Afghana per il National Geographic.

Dai grandi fotografi e dalle grandi fotografie si può raccogliere e imparare molto su questa straordinaria arte che è la fotografia.

Buone vacanze a tutti da Alessandro e da Rinnovaweb.

 

03
Aug

Consigli SEO: come ottimizzare le pagine Web

ottimizzazioni pagine web

Quando un utente fa una query su Google, questo prontamente risponde fornendo dei risultati perfettamente a tema con quello che abbiamo digitato.
Per fare questo, Google si basa su più di 200 fattori di ranking quindi, per far sì che il tuo sito venga ben indicizzato e catalogato, non devi lasciare nulla al caso.

Il primo consiglio per una buona riuscita del tuo progetto è la realizzazione di un albero di navigazione non troppo contorto. I livelli di profondità di un sito web vanno decisi a monte, e non solo dopo aver messo on-line il tuo progetto.
Un albero di navigazione troppo profondo non permette all’utente di trovare le informazioni in modo rapido e diventa un chiaro messaggio per Google.

alberatura sito web

Web Semantico

Google non è ancora in grado di giudicare se un testo è buono o meno dal semplice passaggio dello spider, ma grazie ad esso riesce a capire se la pagina parla di un argomento specifico, questo grazie alle infinite regole dell’algoritmo e, soprattutto, al web semantico.
Addirittura, Google è in grado di offrirti una risorsa ottimizzata per la parola che cerchi,  anche per parole o contenuti parziali. Conosce i sinonimi, i contrari, le abbreviazioni delle parole e persino lo slang, tutte quelle parole che sono strettamente legate ad altre.

Quando si ottimizza una pagina web, si cerca il più possibile di inserire delle parole che abbiano attinenza con il focus della pagina. In questa maniera, Google riuscirà a offrire il tuo risultato su diverse ricerche utente – e non solo su delle ricerche secche -, anche su ricerche correlate come, per esempio, se cerchiamo qualcosa di attinente ad un servizio  in merito ad agenzie web  che si occupano del mglioramento e dell’ottimizzazione  dei siti web:

  • Ottimizzazioni siti
  • Ottimizzazione siti web Veneto
  • Ottimizzazione siti web a Vicenza
  • Ottimizzazione siti web e posizionamento Google, e altro ancora…

Quali sono i tag irrinunciabili per migliorare il posizionamento delle nostre pagine web?

Il Title Tag è una delle variabili più importanti nel posizionamento, il Meta Tag Description è invece fondamentale per il CTR.

Come deve essere un <title></title> ottimizzato?

Un buon tag title contiene le parole chiave primarie con le quali intendiamo posizionarci nei motori di ricerca, non è troppo lungo (la lunghezza ottimale è 63 caratteri spazi inclusi), è diverso per ogni pagina e deve formare una frase di senso compiuto.
Le chiavi principali vanno inserite tra le prime parole del titolo (più a sinistra possibile), ecco perché è preferibile usare la forma “titolo pagina – titolo sito” e perché sarebbe opportuno che il titolo iniziasse proprio con la chiave principale.
Per scegliere le key giuste possiamo affidarci a “Strumento per le parole chiave di Google Adwords” o a “Google suggest”, ma i risultati possono servire solo per avere un’idea orientativa.

adwords
Il consiglio può sembrare banale, ma è necessario pensare con la testa dell’utente medio, immedesimandoci nei modi di fare del nostro target di visitatori. Poniamoci questa domanda: se io cercassi con Google questo argomento, quali keyword utilizzerei?
Diamo alla nostra risposta un senso compiuto, e avremo ottenuto il titolo della nostra pagina.

Scrivere un meta tag description efficace

Il meta tag description – troppo spesso ignorato perchè non contribuisce al posizionamento – è, in realtà, uno strumento fondamentale per ottenere più visitatori. Questo tag, se usato in modo efficace, è estremamente persuasivo  per gli utenti, che tenderanno a visitare le nostre pagine piuttosto che quelle dei nostri competitor.
Se la keyword cercata è presente all’interno del meta tag description, Google ne visualizza i primi 160 caratteri.
Se la keyword cercata non è presente all’interno del meta tag description, Google potrebbe decidere di usare una o più sezioni del testo della pagina che corrispondono alla query, col rischio però che il risultato sia una frase senza alcun senso.

Due semplici consigli da seguire:
inseriamo le keyword utilizzate nel title e sulle quali puntiamo, anche nella description, rendendo lo snippet una sorta di approfondimento del titolo e un’anteprima di quel che gli utenti leggeranno visitando la pagina.
Scriviamo un meta description diverso per ogni pagina, cercando di utilizzare frasi ad effetto e che persuadano gli utenti.

Due errori da evitare:
 lasciare il Tag Description vuoto, oppure utilizzare lo stesso testo in tutte le pagine.
 Scrivere un meta description che non ha niente a che vedere con il reale contenuto della pagina.

In questo post ho voluto evidenziare come sia importante sfruttare al meglio questi
due Tag per districarsi nella sempre più ingarbugliata SERP, ancora troppo piena di pagine “Documento senza nome” e snippet formati da testi senza senso.

Articoli – Tutorial – Corsi di formazione SEO:

Libro “SEO POWER” di Giorgio Taverniti link libro: http://goo.gl/pvbt6w

Vari Tutorial e guide dal sito di Site Point: http://goo.gl/YwaUFK

Corso Avanzato SEO presso la scuola di formazione “Progetto Alta Formazione di Vicenza link per informazioni e programma del corso: http://goo.gl/8Ngij2

29
Jul

WordPress: partire da zero

Se siete uno sviluppatore web potrebbe essere una buona idea creare i vostri temi da zero, sia che li usiate come framework per il vostro sito con WordPress, sia per un progetto dedicato. Ogni progetto a vita a se stante ma per realizzarlo occorre seguire alcune linee guida.

mockup-wordpress

Fase 1: eseguire bozze o wireframe dei template di pagina.

Quando si crea un nuovo tema, avere una buona idea è fondamentale. Ad alcune persone piace per prima cosa fare degli schizzi su carta, come per il sottoscritto, ma potete usare anche strumenti più evoluti come Balsamiq - MoqupsMockflow Photoshop per citarne alcuni.

La creazioene di wireframe per il vostro tema vi consentirà di risparmiare tempo, poichè questa è l’occasione perfetta per decidere l’impostazione dei contenuti.

Ponetevi domande come: Dove si trova il titolo (header.php? Questa colonna deve essere una barra laterale (sidebar.php), e servono più barre laterali? Dove inizia il footer (footer.php)? La maggiorparte dei clienti vorrà vedere i wireframe, ma potete partire dai vostri schizzi.

template-html-wordpress

Fase 2: eseguire mockup in Html e Css

Questo passaggio per alcuni è facoltativo, per me non lo è, in quanto mi permette di verificare la formattazione delle pagine e l’accessibilità in tutte le sue componenti, verifico che il sito sia molto semplice e user friendly.

template-html-css-wordpress

Fase 3: creare i file di template per il vostro sito WordPress

E’ in questo punto che creiamo realmente il tema del vostro sito in WordPress. In questo passaggio dovete decidere quali sono i file di  template di cui avete bisogno, quali possono essere evitati, e se riuscite a trovare un modo per usare il template di loop per facilitare la gestione del tema. Se disponete di funzioni personalizzate che richiedono modifiche al file functions.php, oltre alle operazioni ovvie come le aree del widget e così via, dovete pianificare anche queste. Questa è la fase di produzione del codice del tema wordpress.

Fase 4: testare il tema WordPress

Collaudate attentamente tutte le parti che compongono il vostro tema. Esistono alcuni strumenti adatti allo scopo come il plug-in Theme-Check che indica tutti gli errori che avete commesso dal punto di vista di WordPress. Dovete anche assicurarvi che il tema supporti tutti i tipi di contenuto e Theme Unit può aiutarvi in questa operazione. Troverete infatti un database con contenuti fittizi da testare. Al termine dei test,  pubblicate il vostro tema in un dominio di test, in modo che il cliente possa vederlo e testarlo a sua volta.

 

 

 

 

28
Jul

Non perdete il nome del dominio!

rinnovo-dominio-proprieta

Nomi di domini e proprietà: non è semplice capire qualcosa in questo labirinto, soprattutto per un utente che non ha competenze in  Internet e web in generale. Acquistando un dominio, stipulate un accordo che ha una durata fissa. Ecco alcuni consigli per matenerne la proprietà.

L’errore più grosso che potete fare con un sito è non rinnovarne il dominio: tutti i servizi verranno sospesi e gli utenti non potranno accedervi. Non tutto sarà perduto, comunque .

Dopo la scadenza, subentra un periodo “transitorio ” di quaranta giorni, entro i quali il titolare del nome del dominio può rinnovare la registrazione allo stesso prezzo. Ecco perchè esistono i servizi di rinnovo automatico dei domini. Molti servizi, quando registrate un nuovo nome-dominio, vi fanno stipulare un contratto di rinnovo periodico, ciò è utile per chi intende continuare ad usare quel nome-dominio.

Tra parentesi, è possibile trasferire i nomi dei domini in qualsiasi momento a qualsiasi nuovo provider. Potrete scegliere le offerte di hosting quando si presenteranno, tanto più che è proprio l’hosting a incidere sui costi.

Ovviamente, conviene effettuare il cambio di provider quando il nome del dominio è prossimo alla scadenza.

Un altro consiglio: alcuni provider conservano le proprietà dei domini, che vengono registrati a loro nome. Assicuratevi che i domini da voi registrati siano a nome vostro o potreste avere problemi se deciderete di spostarli altrove.

Dove reperire  informazioni sui nomi dei domini:

Whois è uno di quei vecchi protocolli usato per cercare informazioni sui titolari dei domini.

nic.it è il servizio che amministra il dominio nazionale.it.

27
Jul

Dieci consigli per la vostra pagina Google+

Google-Plus-dieci-consigli-utili

Riguardo ai contenuti e alla strategia editoriale, seguiamo qualche piccolo e rapido consiglio per ottimizzare i vostri post e gestire al meglio la vostra pagina.

1) Includere keyword e link rilevanti nella sezione informazioni; potete persino  creare degli elenchi puntati.

2) Usate Google + Events per lanciare un nuovo prodotto o un evento particolare.

3) Postare di frequente, ma consideratelo più come un microblog, che come un social network; postate status più lunghi e dettagliati, ma meno spesso di quanto usate Facebook.

4) Trovate utenti e community rielvanti per il vostro settore e cercate di creare engage con essi; se non ne trovate una, provate ad aprirla voi stessi.

5) Condividete link, foto o contenuti che hanno avuto successo negli altri social network, a meno che non siano fuori contesto o fuori tempo.

6) Se mandate messaggi con un autoresponder, usate il vostro indirizzo gmail come mittente.

7) Aprite una community sulle tematiche affini al vostro prodotto.

8) Nei vostri post potete personalizzare il carattere usando *bold* ( mettendo la parola tra due asterischi apparirà in neretto),  _italic_  ( mettendo la parola tra due underscore apparirà in corsivo) o -barrato- (mettendo la parola tra due trattini apparirà barrata).

9) Mettere la vostra pagina Business in evidenza sul vostro sito con il pulsante aggiungimi alle tue cerchie o il pulsante per la condivisione; riuscirete così a incrementare i vostri follower e i +1 in pagina.

10) Quando scrivte i post, non dimenticate di usare degli hashtag # appropriati al vostro settore; permetterà agli altri utenti di trovarvi più facilmente.

21
Jul

WORDPRESS: FUNCTIONS.PHP VS PLUG-IN

functions-wordpress-rinnovaweb

Functions.php” può rappresentare una valida alternativa all’uso di un plug-in.
Quello di cui disponiamo è un file specifico del tema di WordPress che permette di ottenere cose straordinarie, per esempio:

  • creare nel sito aree per i widget con la funzionalità drag-and-drop
  • attivare il supporto per le immagini inserite, utile per elenchi, grafiche dei post etc.. etc..
  • aggiungere dimensioni di immagine supplementari
  • attivare il supporto e creare uno o più menu che verranno gestiti dall’interfaccia menu incorporata
  • attivare sfondi e titoli personalizzati per un maggior controllo sull’aspetto del tema
  • creare pagine di opzioni per il tema in cui memorizzare dati, visualizzare istruzioni e così via
  • aggiungere i propri tipi di post, oltre a ‘posts’ e  ‘pages’, con le funzioni desiderate
  • aggiungere shortcodes, tassonomie, ‘categories’ e tags

e molte altre soluzioni che si raggiungono grazie ai plug-in.

Infatti, con un plug-in potete fare tutto ciò  che desiderate, partendo dal presupposto che siate in grado di sviluppare i plug-in:  sono estremamente diversi dai temi e richiedono una profonda conoscenza di PHP.
Il grande problema è capire se vale la pena usare ‘functions.php’ come contenitore di plug-in specifici del tema. A meno che la funzione che desiderate aggiungere non sia veramente specifica del tema, è meglio usare un plug-in.
Riempire “functions.php” con tanto codice potrebbe alterare le prestazioni di WordPress.
Usatelo con cautela, ma prendetelo comunque in considerazione: le possibilità offerte da “functions.php’ non sono infinite, ma vi aiuteranno a risolvere la maggior parte dei problemi con i temi.

Documentazione ufficiale di WordPress:
https://goo.gl/p4A31j

Tutorial:

http://goo.gl/oCExip

http://goo.gl/4mgPwq

20
Jul

Parliamo di SEO: i microdati.

Come rendere più visibili i contenuti sulle SERP

I microdati sono porzioni di codice HTML che, inserite opportunamente all’interno delle pagine web, consentono l’arricchimento del proprio snippet sulle SERP di Google. Negli ultimi tempi, infatti, le SERP di Google si sono arricchite di simboli e foto come mai nella storia dei motori di ricerca. Questi elementi, così come il markup dell’autore che mostra nome e fotografia sulla SERP, aumentano la visibilità dello snippet e con essa anche la percentuale di utenti che fanno clic(CTR) su di essi accedendo al sito.

(altro…)

13
Apr

Benvenuti nel nuovo spazio informativo di Rinnovaweb

Ai nostri clienti e a chi interessa crescere su internet, siamo lieti di inaugurare il nostro nuovo spazio informativo.

In questo Blog ci potrete seguire da vicino. Periodicamente pubblicheremo le nostre iniziative promozionali, le notizie dei nostri nuovi prodotti e argomenti di carattere tecnico.

Tutti i visitatori possono partecipare fin da subito con i loro preziosi  suggerimenti.

Abbiamo attivato anche un servizio di Newsletter, in cui periodicamente vi invieremo le notizie dettagliate dei nostri prodotti.

Un saluto, un grazie per l’attenzione e speriamo di incontrarvi per un futuro progetto!

Lo Staff  RinnovaWeb

 

2014 ©: RINNOVAWEB. All rights reserved. P.IVA 03763960246
Sede Legale: Via Cilea, 16 - 36100 Vicenza